martedì 26 aprile 2016

Questo messaggio si autodistruggerà : Commentando gli annunci del Napoli Comicon.


Annunci abbastanza insipidi (per quanto riguarda le novità), con però qualche gradito "ritorno".

Starcomics: Finalmente hanno annunciato la ristampa di Ushio e Tora, manga adorato da molti e che ho sempre voluto leggere. La vecchia edizione era orrenda e si disintegrava fra le mani (un mio amico me la prestò anni fa) e davvero, dopo Maison Ikkoku non poteva che toccare a Ushio, per anni altro grande escluso dalle ristampe. Il tanto elogiato Rough di Adachi non mi sta entusiasmando, quindi gli annunci riguardanti questo autore (la ristampa di Touch più nuovo volume unico) mi lasciano completamente freddo.
Fra le novità abbiamo Lo specchio- Kagami ga kita,  un sempre gradito volume di storie brevi della Takahashi (come sapete, pur detestando i suoi shonen più recenti amo alla follia le sue storie brevi!) e la ristampa del primo volume + prosieguo in due volumi della serie Black Museum di Kazuhiro Fujita. Il primo volume (vuoi per l'ambientazione vittoriana, vuoi per Lewis Carroll e vuoi per l'affascinante figura di Jack il saltatore) mi è piaciuto, quindi sono molto curioso di leggere il seguito. 


Panini Comics: Soldi risparmiati, fatta eccezione per Dimension W. Mi spiego: Yuji Iwahara è un autore che apprezzo davvero tantissimo, soprattutto sul fronte grafico. I suoi  King of Thorn e Earh Cape Misaki sono stati fra le opere più piacevoli pubblicate da Flashbook, ed anche di Cat Paradise ho un buon ricordo (anche se forse è piaciuto solo a me... ma quei gatti erano adorabili!) . Dimension W ha un'ambientazione interessante, ed anche se ho letto pareri abbastanza discordi, voglio provare almeno i primi tre volumi. 


Tutti gli altri: Goen riprenderà la pubblicazione di tutti (o quasi... ancora non si è ben capito) i manga rimasti sospesi in seguito alla "rottura" fra GP/Jpop e Kodansha. Che dire? Da una parte son felice per bei titoli come Historie e Moyashimon , dall'altra ho tanta paura . Staremo a vedere.
Hikari continua ad annunciare volumi di Shintaro Kago, ed io non so se ridere o piangere (più la seconda, visto che è un autore che posso tollerare solo a piccolissime dosi) . Per fortuna sembra imminente l'uscita di Unlucky Young Men , che a detta di molti è davvero bello (staremo a vedere). Gringo invece è ancora disperso. Bah!


Voi prenderete niente fra questi nuovi annunci?



17 commenti:

  1. ah ma tu hikari la consideri una casa editrice? >_> quelli che discutevano sui manga colti e quelli da svago? *vomita al ricordo*
    (chiaro che non ce l'ho con te, ma hikari mi da tanto ai nervi che veramente... *vomita*)

    per me il nulla, forse il volume breve della takahashi. risparmiamo sui manga e dilapidiamo denari in altri fumetti \*0*/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me, oltre ad Hikari, sta irritando anche la 001 edizioni, che ha un dialogo con il pubblico (e mi dicono anche con le fumetterie) pari a 0. Io sono mesi che aspetto notizie sul secondo volume di Elfquest e su di alcuni loro volumi esauriti, ma sia su Facebook che altrove non ti cagano di striscio. Sono sempre più perplesso :/

      Il volume della Takahashi va preso!

      Elimina
    2. ma hikari non fa parte di 001 edizioni? comunque, sì, anche questi atteggiamenti mi danno ai nervi.
      io li boicotto da sempre.

      va bene, mi segno la takahashi!

      Elimina
    3. Esatto, sono sempre loro!

      Elimina
  2. A parte la Takahashi che non mi perderei mai, non posso avere certezze d'acquisto finchè non libero un po' di spazio nelle mie librerie.

    Di Ushio e Tora ho letto qualche volume in passato e l'ho trovato carinissimo.. chissà... :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenta però! Da quel che ho capito i volumi della ristampa di Ushio saranno belli cicciotti, quindi pensaci bene prima di prenderla! :p

      Elimina
  3. Unlucky young men mi ispira molto e me lo compro appena esce (santa Amazon).

    Il volume unico della Takahashi sarà mio, così come i 3 volumi di Black Museum (il primo a me manca, ma mi ispira , per cui lo provo).
    Io e Adachi proprio non andiamo d'accordo. Tutti ad osannare Rough, l ho preso e letto ma non mi ha lasciato assolutamente nulla.
    Secondo me è troppo sopravvalutato come autore.

    Per Planet nulla di nulla. Ormai si è trasformata nella casa editrice dei bimbiminkia e mi fa male constatarlo.

    Per Goen vabbè, spariamo sulla Croce rossa. Non riescono a far uscire i loro di manga (tanti titoli sono fermi da anni..Oggi sono in ferie, Piece of cake solo per citarne due) e si aggiungono sul groppone quelli segati da Jpop. Per carità sai quanto io ami Tokyo Alice e meglio leggere un volume l anno che l interruzione completa, però hanno davvero un parco titoli troppo ampio e al di là della loro portata. Mi spiego meglio, con tutte le serie che hanno, dovrebbero MINIMO fare 20 uscite mensili per mantenere il ritmo,ma se ne escono 10 totali è già un miracolo.

    Scusa mi sono dilungata troppo :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggere le opinioni tue e di yue mi consola, anche a me Rough ha lasciato piuttosto freddino. La cosa mi spiace molto perche' leggo ovunque ovazioni a questo autore (tra l'altro in Italia hanno pubblicato quasi tutte le sue opere, segnale del fatto che vende parecchio).

      Elimina
    2. @Caroline: Per quanto riguarda Unlucky sì, ho letto i bei giudizi scritti su mangadb, ma non sempre i miei gusti coincidono con quelli degli autori di quei commenti, quindi ci vado un po' più cauto (anche se in effetti la storia è molto intrigante!)

      Anch'io trovo Adachi sopravvalutato e incredibilmente ripetitivo, ma alcuni suoi volumi li ho apprezzati e speravo tanto in una serie lunga DAVVERO di mio gradimento... Ma forse il mio giudizio è prematuro: dopotutto ho letto solo due volumi della ristampa, e magari i prossimi mi piaceranno un sacco (mmmh, non ci scommetterei molto).

      Planet, in effetti, sta seguendo la politica del puntare tutto o quasi sulla fascia dei NUOVI LETTORI. Perché si sa che dopo i 25 anni uno smette di leggere i fumetti (son frasi tremende che ho sentito dire davvero da persone che lavorano nelle case editrici).

      Per quanto riguarda Goen, mah, staremo a vedere. Ma se non si danno una svegliata si distruggeranno con le loro stesse mani.

      @misticanza: guarda, a me la serie di storie brevi Short Program è piaciuta tantissimo, come mi sono piaciuti Jinbe, Let the sunshine in e Miyuki (anche se quest'ultimo non mi ha fatto proprio impazzire). Per il resto, per quanto riguarda le sue opere sportive e quelle più recenti non mi è piaciuto veramente niente.

      Elimina
  4. Speravo nella ristampa di "Kenshin il samurai" per Star Comics ma temo che non abbia venduto molto al tempo per cui e' una speranza molto vana. A parte cio' trovo che gli annunci siano interessanti e abbastanza eterogenei.
    La Planet mi sta deludendo molto, sembra che voglia puntare unicamente sulle edizioni da edicola con opere commerciali, da Lucca in poi ho intravisto un cambiamento nella linea editoriale di questo colosso e la cosa mi spiace molto.
    Goen ha compiuto un'operazione rischiosa ma con lei non sono obiettivo, amo i titoli che stanno proponendo, se non esistesse questa casa editrice ci potremmo scordare Himitsu, Alice Academy e i josei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me arriverà anche la ristampa di Kenshin! Non so quanto ha venduto ai tempi, ma la vedo più probabile rispetto alla ristampa, ad esempio, di un Patlabor (manga fra l'altro che ho amato tantissimo, e che ricomprerei all'istante in una bella perfect edition!).
      In effetti la Planet i sta assestando su di un pubblico molto giovane, cosa che già la star aveva fatto qualche anno fa. E' davvero un peccato, perché io sto comprando sempre meno manga.

      Hai ragione, il parco titoli della Goen è una spanna superiore agli altri per varietà e differenziazione di target, ma hanno davvero bisogno di una scossa e di rimettersi in carreggiata (io glielo auguro tantissimo!)

      Elimina
    2. Una ristampa di Kenshin sarebbe cosa buona e giusta (scusate se mi infiltro xD) perchè quel manga merita tantissimo e la vecchia edizione (che ho trovato in sconto per fortuna) non gli rende giustizia ç_ç

      Elimina
  5. Quindi siamo in 4 a stupirci del successo di rough... Mah... Letti i primi 2 volumi contino ad aspettare la grande svolta, magari stiamo sottovalutando il fattore tempo, nel senso che per gli anni 90 magari fu innovativo, non so, ora temo che touch sia simile e lo stile "vignetta con niente e solo fondali" alla lunga stufa.

    Stra contento per ushio e torà e per le storie brevi della takahashi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è così, o forse i nostri giudizi sono troppo prematuri. Staremo a vedere vah! ;P

      Elimina
  6. Nuooooooooo!!!!!..... :-(((
    Cattivo Yue, cattivi Misticanza, Caroline e _yue_ !!!
    Scherzo, ci mancherebbe :)) e anzi, pur io adorando Rough (attenzione: Rough e solo Rough, tutto il resto che ho letto di Adachi mi ha lasciato tiepidino tranne qualche eccezione) è sacrosanto NON adeguarsi a nulla e a nessuno e far valere i propri gusti.
    Tra l'altro io non ho preso la ristampa di Rough, mi tengo e mi basta la prima edizione.
    Stesso discorso, un po' più sofferto però, per Ushio e Tora, manga che mi piace tantissimo ma che ho già nell'orrida edizione sottiletta e quello mi tengo.
    Per il resto: ovviamente prenderò qualsiasi volume di storie brevi della Takahashi (della quale invece ho interrotto Rinne, mi spiace...).
    Anch'io reggo Kago a piccole dosi e quel che ho per ora mi basta.
    Vediamo che combina Goen, che tutto quel che volete - e capisco, ci mancherebbe - ma ha pubblicato diversi manga che mi son piaciuti tantissimo e quindi provo a fare il tifo per lei.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo degli sciocchi impazienti!:p
      Comunque Rough lo continuo, perché in seguito alle mie lagnanze in molti mi hanno detto di aver fede e di leggerlo tutto. Vi farò sapere!
      Anni fa compravo tantissime ristampe di fumetti che già possedevo, ma negli ultimi anni, vuoi per una questione di soldi e vuoi per una questione di spazio, prendo solamente quelle di opere amatissime e ormai distrutte nelle vecchie edizioni (ad esempio ho preso quella di Kakugo perché la vecchia era disintegrata).
      La Takahashi ormai la tollero solamente in forma breve! Io spero sempre che prima o poi torni a fare serie seinen lunghe, ma a quanto pare con gli shonen si guadagna di più! ;p
      Non possiamo che augurare in bocca al lupo alla Goen.

      Elimina
  7. Ammetto che a questo giro non mi sono affatto interessata agli annunci, per non cadere in tentazione. Non leggo manga da mesi (purtroppo, perchè la voglia non manca) e non vorrei allungare la wishlist ulteriormente xD Per fortuna vedo che non c'è nulla che mi interessi più di tanto...forse solo Black Museum!
    Sono mezza contenta e mezza ansiosa per Historie, Saint Young Men e tutti gli altri titoli. Spero che la Goen si riveli all'altezza dell'impegno preso, che non è da poco. Staremo a vedere!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...