mercoledì 19 febbraio 2014

"Il fiore millenario - Jou no Hana" di Izumi Kaneyoshi



Il fiore millenario (Jou no hana) di Izumi Kaneyoshi 

Informazioni: Shoujo serializzato sulla rivista di casa Shogakukan, Betsucomi. L'autrice è arrivata per la prima volta in Italia grazie a Starcomics,  con il manga in 9 volumi Ma quando mai? (Sonnan ja nee yo), che mi è piaciuto poco. Qualche anno dopo, Panini ha pubblicato Seiho High School Men's (Men's Kou), commedia romantica in 8 volumi che invece mi è piaciuta moltissimo!
Il fiore millenario è la sua opera più recente: attualmente conta 9 volumi, ed è in corso di pubblicazione. In realtà la traduzione letterale del titolo sarebbe "Il fiore della regina", ma i paninari hanno optato per il "millenario" già adottato nel titolo dell'edizione francese. Tutto sommato, poteva andare peggio.


Trama: La terra in cui si svolge la vicenda (ispirata all'antica Cina) è suddivisa in quattro regni: Ah, Do, Kou e Sou. Il re di Ah, per preservare gli equilibri con i regni circostanti ha preso come prima consorte una principessa di Kou ( Ko-Hi, madre della protagonista) e come seconda consorte una principessa di Do (Do-Hi). La seconda consorte dà presto un figlio maschio al re, quindi la nostra protagonista A-ki e la madre cagionevole di salute vengono relegate in un palazzo minuscolo e fatiscente e crudelmente ignorate. Durante uno dei tanti alterchi con la perfida Do-hi (con prole al seguito) , una A-ki ancora bambina incontra un ragazzino della sua età, con dei sorprendenti occhi azzurri e i capelli biondi. Ben presto scopre che è uno schiavo straniero, dono del regno di Do al re. Ma il bambino -che si chiama Hakusei- la combina subito grossa dando uno schiaffo al fastidioso principe ereditario, incuriosito dal suo aspetto. La maligna Do-hi, sconvolta da tale oltraggio, ordina ai suoi soldati di uccidere lo schiavo, ma A-ki  fa da scudo ad Hakusei, salvandogli la vita. Il bambino  -commosso dal gesto della principessa- promette ad A-ki di esserle sempre fedele e di esaudire tutti i suoi desideri (come il fiore millenario della leggenda). 
Passano gli anni, ed A-ki, ormai quattordicenne, (e sempre accompagnata dal fedele Hakusei) cerca di tornare nelle grazie del padre, allenandosi con l'arco e nelle arti più sopraffine. Ma in seguito ad eventi drammatici, sarà costretta ad andarsene dal regno di Ah, covando la vendetta in seno. 


Commento di Yue: Questo primo volume mi è piaciuto moltissimo! Ok, il mio riassunto qui sopra è un po' confusionario ma io ODIO fare i riassunti, quindi immaginate la mia gioia quando ho visto le due  misere righe di descrizione sul sito della panini. 

Cosa mi è piaciuto in particolare di questo primo volume? Beh, tanto per cominciare l'ambientazione: è molto
insolita per un manga serializzato su Betsuma, e devo ammettere che uno shoujo ambientato nella Cina antica mi mancava. E poi i personaggi: la principessa coraggiosa e il servo fedele non sono figure particolarmente originali, ma A-ki ed Hakusei, ed in particolar modo il loro rapporto, sono ritratti con grande abilità e vivacità. Anche la trama non presenta situazioni originalissime (soprattutto se siete appassionati divoratori di sceneggiati/film in costume con la stessa ambientazione) , ma è gestita in modo brillante , e l'autrice mi ha sorpreso più di una volta, sia in passaggi particolarmente drammatici che in quelli più divertenti (perché stiamo pur sempre parlando della Kaneyoshi, è il suo humour  è inconfondibile). 
Ora, mi rendo conto che questi miei commenti il più possibile "spoiler-free" sono piuttosto vaghi, e forse inutili per chi è indeciso se comprare o meno questo manga, ma credetemi, questo primo volume (se pur introduttivo) è veramente interessante. Io lo aspettavo da tempo, e sono rimasto soddisfattissimo. Anche lo stile dell'autrice è migliorato parecchio, soprattutto per quanto riguarda le anatomie. 

In definitiva, a chi lo consiglio? A tutti, soprattutto se amate gli shoujo appassionanti e movimentati, con ambientazioni insolite (da Anatolia Story fino a Fushigi Yugi). 


25 commenti:

  1. a me all'annuncio non mi aveva ispirato, ma da quando ti sei messo a spammarlo tu mi sono convinta, lo voglio! lo prenderò assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, che responsabilità! XD
      Ma sono ottimista.

      Elimina
  2. Io aspetterò ancora.. sono sempre un po' scettica..
    I primi numeri danno sempre il meglio.. e poi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Nyu. Io mi faccio sempre prendere dall'entusiasmo ma dovrei ponderare gli acquisti con maggiore attenzione (e magari aspettare qualche volume e leggere i pareri on-line). Ma a quest'autrice sono abbastanza legato, quindi ho deciso di rischiare!

      Elimina
    2. Io come sempre aspetterò i commenti successivi.. se vuoi la pura verità, non appena sento parlare di "4 regni" mi viene la nausea a causa di Fushigi Yugi (anche se so benissimo che questo manga non ha nulla a che vedere con Fushigi), quindi appena ho letto "ci sono 4 regni" sulle recensioni, in automatico il mio cervello urlava "Oddioooo!".
      In qualunque caso è una cosa che potrò sempre recuperare ma preferisco aspettare altre informazioni sull'evoluzione della storia! ;)

      Elimina
  3. Per ambientazione e disegni, diciamo che mi intriga. Se lo consigli tu, poi, "l'intrigo" cresce. Prenderò i primi albi e vedremo (ho sempre paura dello svacco dal settimo, come per i matrimoni...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dei prossimi volumi so solamente una cosa: la trama diventa più movimentata e avventurosa! E la cosa non mi dispiace. Certo, tutto sta nel vedere come verrà gestita dall'autrice (che fino a ieri faceva manga di tutt'altro genere), ma sono fiducioso.
      Lo svacco del settimo volume... E' vero! Si applica a tantissime serie a pensarci bene XD.

      Elimina
  4. Stavo pensando " a questo giro passo" ... e poi mi hai citato Anatolia Story (che è uno dei shojo che ho più amato nella mia carriera di lettrice di manga). Purtroppo la mia spesa manga adesso è davvero eccessiva (e poi ho poco tempo, ho una pila di fumetti da leggere che fa impressione, ancora non sono riuscita finire Kurosagi - che è una figata e appena riesco a leggere gli ultimi tre volumi che mi mancano ne parlo per benino), magari più avanti ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acalia, ho citato Anatolia proprio per irretirti XD.
      In realtà mancano delle stronzone d.o.c in stile Nakia, ma diciamo che promette bene!
      Aspetto con ansia il tuo commento su Kurosagi!

      Elimina
  5. Fushigi Yugi e Anatolia Story sono due dei miei manga preferiti, quindi questo titolo era già nel mio mirino. Anche perchè mi ricorda un po' Saiunkoku Monogatari, di cui ho visto l'anime e che mi è piaciuto molto. Certo che si sente la mancanza di un bel shoujo-fantasy (fantasy in senso ampio) in animazione, vero? Se si esclude qualche reverse harem, è dai tempi di Vampire Knight (no comment sul finale del manga) che non se ne vedono sugli schermi. Perchè l'animazione giapponese ultimamente non fa quasi niente di quello che piacerebbe a me? :-( XD Mi hanno dato un contentino giusto con l'anime di Arata Kangatari (che sarà anche uno shounen ma trasuda shoujo-powah da tutti i pori XD), che però è breve e per ora non accenna riprendere nonostante il manga stia finendo. Mah, riguardo agli anime in generale sembra che qualcosa si stia smuovendo rispetto alle scorse stagioni piuttosto opache, speriamo. -p (LAYLA KIRYU)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non sono un esperto di anime, ma hai provato a vedere quello di Kamisama Kiss? Mi hanno detto che è carino (sto leggendo il fumetto e lo trovo abbastanza grazioso).

      Elimina
    2. Giusto, mi ero scordata di quello! Mi piacciono molto sia il manga che l'anime.^^ (LAYLA KIRYU)

      Elimina
  6. Sembra proprio il genere di storia che potrebbe piacermi, e il tratto mi piace molto - mi sa proprio che cercherò di prendere questo primo volume :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rapporto fra i due protagonisti è molto particolare: non è quello tipico "padrona-servo", anzi, è assolutamente paritario (quasi una sorta di simbiosi). Ed è una situazione abbastanza insolita negli shoujo, che mi intriga moltissimo!

      Elimina
  7. Non conosco le altre opere dell'autrice (santa ignoranza...), ma questo lo provo senz'altro! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero si riveli di tuo gradimento :)

      Elimina
    2. L'ho trovato adorabile!!!
      Aspetto senz'altro l'uscita del secondo volume!
      Nonostante il plot non sia forse dei più originali, non mi ha annoiato un solo attimo (anzi!) e ne ho apprezzato tanto anche i disegni, deliziosi!
      Sono già affezionatissimo ad Aki e ad Hakusei ^^
      E' stato, ancora una volta, un ottimo consiglio: grazie Yue! :)

      Elimina
  8. Non mi sorprende che sia di qualità visto che avevo avuto l'onore di appurare le abilità narrative dell'autrice nell'opera precedente: Seiho High School's Men, davvero uno shojo atipico e ispirato, soprattutto per la prospettiva maschile adottata ;)

    RispondiElimina
  9. Temo di essere l'unica ad aver apprezzato entrambe le opere edite in Italia ^_^ Io mi sono fatta un sacco di risate con "Ma quando mai?" ... e mi ero affezionata al personaggio della mamma XD Bisognerebbe fare una top ten delle "madri" dei fumetti XD Seiho High school's men l'ho adorato follemente ... e quindi ho acquistato Il fiore millenario ad occhi chiusi, non appena ho letto il tuo promemoria su Facebook ^_- Ho deciso di riporre fiducia in questa autrice che si cimenta in generi diversi e si misura in storie che esulano dalle esperienze precedenti ^_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annie, appena leggi il fiore fammi sapere come ti è sembrato! "Ma quando mai? " dovrei rileggerlo, e fra l'altro non avevo nemmeno tutti i volumi!

      Elimina
  10. Mi è piaciuto tantissimo, confermando le aspettative in merito. Evito di dilungarmi in penose recensioni (non sono portata lo sai XD) e lascio fare a chi ha più talento e dimestichezza con la parola scritta ^_^ "Ma quando mai" è un genere differente da SHSM e dal Fiore ....Ad essere onesti, ricorrono alcuni cliché (il famoso triangolo in primis) che potrebbero far storcere il naso ad un lettore che di commedie scolastiche o pseudo tali ne ha lette a decine... ma io ho trovato irresistibile la vena umoristica dell'autrice. Non rido facilmente - devo confessare - e non trovo congeniale l'umorismo tipicamente nipponico...eppure con questo fumetto mi sono trovata a ridere come un'idiota XD Ricordo ancora il souvenir (la bambola posseduta :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, che bello, mi fa piacere! "Ma quando mai", adesso che ci ripenso, l'ho letto a scrocco, ed ero arrivato a poco più di metà. Se trovo la serie completa a poco ci faccio un pensierino, mi hai fatto venire voglia di rileggerlo!

      Elimina
    2. Disponibile a prestartelo se non lo trovi ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...