giovedì 14 novembre 2013

I manga che non leggeremo mai in Italia 20



Frankenstein di Junji Ito (tratto dal romanzo di Mary Shelley). 

Informazioni: E' un volume unico, uscito nel 1998 e in seguito ripubblicato nella collana Itou Junji Kyoufu Manga Collection . 

Autore: Junji Ito è uno dei più grandi maestri dell'horror-guro nipponico. E' noto al di fuori del Giappone soprattutto per la serie Tomie, da cui sono stati tratti numerosi live-action e Uzumaki (Spiral).  E' molto amato e pubblicato anche in Francia e in America, mentre in Italia è uscito solamente un volume di Tomie, per Hazard Edizioni (volume fra l'altro che presenta parecchi errori di impaginazione e che si è rivelato uno dei più grandi flop della casa editrice). Parecchio tempo fa GP Publishing ha annunciato la pubblicazione di  Yuukoku no Rasputin  , ma ad oggi non si hanno notizie più precise a riguardo.

Trama: Questa è la storia di Victor Frankenstein, un uomo ossessionato dal mistero della vita che si spinge al di là di ogni conoscenza umana, ponendosi al pari di un dio: darà vita ad una mostruosa creatura, che diventerà il suo tormento e la sua nemesi.



Perché piace a Yue: Forse qualcuno di voi l'ha intuito, ma io ho una grande passione per i romanzi inglesi dell'ottocento: Wilkie Collins, Charles Dickens, le sorelle BronteWilliam H. Thackeray, George Eliot, Mary Elizabeth Braddon, Thomas Hardy, George Gissing  e Anthony Trollope sono solo alcuni fra gli scrittori che amo. Ma verso Mary Shelley ho sempre provato un affetto tutto particolare: la sua vita sfortunata mi ha sempre commosso , e il suo romanzo più famoso -Frankenstein ,o Il moderno Prometeo- è e rimane uno dei miei libri preferiti. Per cui, quando ho scoperto che Junji Ito si era cimentato in una versione a fumetti di quest'opera ho provato immediatamente il desiderio di leggerla (e potete farlo anche voi, infatti il volume è stato tradotto dal gruppo DANIEL.LAU.).

Lo dico senza tanti giri di parole: è un adattamento a fumetti splendido.

Non solo è fedelissimo al libro, ma contro ogni aspettativa Ito è molto misurato nel mostrare l'orrore: non esagera mai, e si prende pochissime libertà rispetto al testo originale (anzi, si limita a dare consistenza alle parti più "fumose" presenti nel libro). Mi spiego meglio: nel romanzo della Shelley l'orrore non viene mai mostrato in tutta la sua violenza , ma spesso è solamente suggerito (secondo gli stilemi dell'epoca ). La stessa creatura non viene mai descritta con precisione, anche se la sua presenza riesce comunque a turbare il lettore. 

Ito - trattandosi di un fumetto- non può fare a meno di dare un aspetto definito e mostruoso alla creatura, e le pagine della sua genesi sono davvero raccapriccianti e spaventose. Ma questa è solo una delle poche concessioni all' horror puro presente nel volume: per il resto, le apparizioni della creatura sono identiche a quelle del libro, ovvero spesso brevi e assolutamente inquietanti. Gli stessi omicidi perpetrati dalla creatura (uomini, donne e bambini) non sono mai mostrati nel fumetto, come non sono mostrati nel romanzo (che essendo scritto in forma epistolare, è narrato per gran parte dal punto di vista di Victor) .
Non ho riscontrato difetti degni di essere riportati. Forse, a voler essere pignoli, posso dire che in alcuni passaggi subisce delle leggere "accelerate", ed ho notato una certa smussatura delle parti più romantiche e melodrammatiche  ma davvero, son piccolezze.

I disegni poi sono bellissimi: l'autore ha uno stile incredibilmente ricco ed evocativo, e con questo tipo di storia il suo tratto va a nozze! Forse è una mia suggestione ma il suo stile è molto più tratteggiato del solito, e mi ricorda tanto le illustrazioni/incisioni dell'epoca, che spesso adornavano i volumi di narrativa.

Insomma, Ito mi ha davvero stupito: non mi aspettavo una fedeltà al romanzo così rigorosa e brillante nell'esecuzione. Dopo questa sua prova, è salito di molto nella mia stima!
Leggetelo!






19 commenti:

  1. Spulciando notizie sull'autore ho notato che è anche il creatore di GYO di cui ho visto l'OAV.. quello dei pesci AracnoIncliniZampoMuniti! xD

    Ebbene, MissNonCapiscoUnaSolaParolaDiInglese, proverà la lettura di Frankenstein.. ho visto che non è così lungo e nemmeno tanto fitto di dialoghi.. inoltre ho letto il romanzo (Nyu è riuscita a leggere un libro per intero.. non ci si può credere) quindi penso di riuscire a capire abbastanza!
    Spero..
    Ci provo.. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Argh! Quegli orrendi pesci zampomuniti -non chiedetemi perché- li trovo veramente disturbanti!
      Non sapevo esistesse addirittura l'OAV! Ma dalle opere di questo autore hanno tratto un sacco di cose (almeno secondo la pagina di IMDB).

      Elimina
    2. Ne avevo parlato qui..
      http://nyu81oresama.blogspot.it/2012/07/top-luglio-2012.html
      ..è una cosa allucinante quella pellicola.. da guardare assolutamente.. sperando che il tuo stomaco sia forte! xD

      Elimina
    3. Scommetto che per certi versi è pure involontariamente comico! XD

      Elimina
    4. I miei fratelli se la sono fatta sotto dal ridere vedendo certe scene e sentendo alcuni concetti ma secondo me resta comunque una delle cose che nella vita bisogna guardare.. :p

      Elimina
  2. Sono curioso, perche' pensi che non lo vedremo mai in Italia? La Star aveva iniziato a portare alcune riduzioni manga di grandi classici in Italia. Chissa' che non ci faccia un pensierino, se gli viene segnalato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dici la Ronin? in effetti aveva annunciato parecchi adattamenti a fumetti di grandi opere letterarie... Quello di Cime Tempestose non era nemmeno brutto, ma visto l'andazzo degli ultimi anni c'è poco da sperare da questa casa editrice.

      Elimina
    2. Si' hai ragione, si tratta della Ronin, non della Star; ed in effetti, allora, non c'e' da sperare molto. Mi dispiace per i Kappa Boys, ma la Ronin non si puo' certo definire un esperimento editoriale affidabile.

      Elimina
  3. I romanzi inglesi dell'Ottocento sono una parte imprescindibile del mio bagaglio culturale, e soprattutto il filone gotico ha contrassegnato la mia adolescenza; puoi facilmente capire, quindi, l'appeal che una simile opera esercita su di me XD! Ito lo conosco solo di nome per Uzumaki... Dopo il tuo post starò attenta se mi capiterà a tiro qualche sua opera...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo te lo consiglio caldamente!
      Le altre sue opere sono più grottesche ed horror ma resta il fatto che è uno dei più grandi maestri di questo genere (ed il fatto che sia quasi del tutto impubblicato in Italia è vergognoso U_U)

      Elimina
  4. Lo leggeró senz'altro! Il romanzo di Mary Shelley lo adoro e periodicamente lo rileggo, non posso farmi mancare questa versione manga i cui disegni mi ispirano moltissimo. Grazie mille per la segnalazione e per il link :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego! All'inizio ero parecchio scettico su quest'opera: conoscendo gli eccessi di Ito mi aspettavo una cosa più virata sullo splatter e l'horror, e invece mi sono dovuto ricredere! E' un adattamento fedele e piacevolissimo, e i disegni sono molto belli!
      Quindi, buona lettura Orlando!^^

      Elimina
  5. Io Tomie l' avevo preso (e letto) ma non mi ero assolutamente resa conto degli errori di impaginazione! °° ('mazza che persona attenta, sono!) Ma era un problema di tutta la tiratura? ç_ç (spera di essere stata fortunata...)
    In ogni caso, a me i manga/horror piacciono, li leggo con piacere (anche se con suehiro maruo ho qualche problemino di stomaco @_@) e questo sembra interessante! ^^
    Spero di avere un po' di tempo per dargli un' occhiata, mi incuriosisce! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella mia copia hanno completamente sbagliato l'ordine dei testi nelle vignette di due, tre pagine. L'errore più grossolano che mi sia mai capitato nella mia carriera di lettore (da quel che ho capito, è un problema di tutta la tiratura U_U).

      Elimina
  6. Deve essere un volume molto interessante ;)

    RispondiElimina
  7. Junji Ito mi piacerebbe proprio leggerlo! Tomie non l'ho preso (non ricordo quale congiuntura astrale negativa ci fosse in quel momento - probabilmente non avevo soldi) ma, mi domandavo, l'edizione Hazzard è completa? In quel caso ci faccio su un bel pensierino, anche se ha qualche errore di impaginazione ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, figuriamoci...Non è completo. In realtà è una serie composta da racconti più o meno autoconclusivi ma di volumi ce ne sono altri.

      Elimina
  8. Ho letto il libro della Shelley in seconda liceo, e mi è piaciuto, quindi a qualcosa la scuola serve! -p Non sono una fan dell'horror, anzi proprio no, ma comunque nei manga e negli anime.lo tollero un po' di più, quindi forse su questo ci faccio un pensierino. (LAYLA KIRYU)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...