domenica 3 gennaio 2016

I preferiti di Yue 18 : Dicembre 2015

Ed eccoci arrivati - anche stavolta in ritardo- all'ultimo appuntamento del 2015 con i best of del mese! Come sempre, questa rubrica è condivisa con l'amica di malefatte MariaSte, sul suo blog iononsonoquellaragazza . 

La serie Tv: Non può che essere la seconda stagione di Fargo. Che a dirla tutta mi è piaciuta lievemente di meno rispetto alla prima (mi è mancato un personaggio "assoluto" come Lorne Malvo) , ma che mi ha comunque regalato dieci ore di pura, assoluta goduria. In questa stagione mi hanno molto colpito i personaggi femminili, tutti o quasi molto più interessanti rispetto alla controparte maschile : Floyd poteva essere sviluppata decisamente meglio, ma Peggy è fantastica e Betsy Solverson è tanto più interessante del marito Lou. 
Insomma, è una serie tv fantastica che vi consiglio caldamente di recuperare.

Piccola menzione alla miniserie inglese in tre episodi "And Then There Were None": ennesimo adattamento di Dieci Piccoli Indiani di Agatha Christie, si eleva rispetto alle altre versioni cinematografiche e televisive per il finale finalmente fedele al romanzo, unito ad una regia interessante e a degli interpreti di grande spessore. Non mancano un paio di cadute di stile ma è da apprezzare lo sforzo degli sceneggiatori nel dare un certo appeal a personaggi che sulla carta risultavano assolutamente piatti. Se amate il genere, è da recuperare.

Altra menzione, stavolta con un po' di amaro in bocca: Residue. Miniserie in tre episodi di Netflix, su carta più che promettente (ambientazione futuristica, trama intrigante, colonna sonora ottima, regia e fotografia che omaggiano quasi Blade Runner) che però si è rivelata senza capo ne coda. Ci sarà una seconda stagione, ok,  ma questa lunga e visivamente bellissima introduzione di tre ore risulta quasi inutile. 



Il libro: Mese magrissimo sul fronte letture. Ho letto un po' di racconti di Yoko Ogawa, dal suo libro "Vendetta" (edito da Il Saggiatore) e mi sono piaciuti molto . A dire il vero preferisco di gran lunga i suoi racconti ai suoi romanzi lunghi, che invece non sempre mi hanno entusiasmato. Certo, è un' autrice per certi versi molto bizzarra, quindi non ce la faccio a consigliarvela a cuor leggero. Magari, se lo trovate in libreria o in biblioteca provate a leggere L'anulare



Il film: Questo mese ho visto al cinema solamente Star Wars : Il risveglio della Forza. Ora, io non sono un grande fan della serie, e questo nuovo capitolo mi è scivolato addosso come acqua sulle piume degli uccelli. Vedo che ha scatenato entusiasmi un po' ovunque, e mi fa piacere. Ma non credo tornerò al cinema per vedere i prossimi film: li recupererò con calma, in dvd.
Per fortuna Gennaio si prospetta molto più interessante : fra i film che voglio vedere ci sono Carol, Macbeth, The Revenant e forse il nuovo di Tarantino (anche se negli ultimi anni mi ha lievemente scocciato). Ci sarebbe anche Little Sister di Kore-eda, se si degnassero di portarlo dalle mie parti. 



La canzone: Devil Inside - London Grammar, graziosa cover del brano degli INXS. 



L'oggetto: E' uscito il 31 Dicembre, e sta assorbendo ogni mio minuto di tempo libero: E' Story of Seasons, grazioso videogioco di farming simulation legato alla serie Harvest Moon. Ho sempre sognato di poter allevare degli alpaca! XD





Il cibo: Cavallucci alle noci. Buonissimi!


Bene. Anche per questa volta è tutto! Alla prossima.


9 commenti:

  1. Non sapevo che avessi passione per il DS :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passione è una parola forte!XD
      In realtà ho pochissimi titoli e ci gioco molto raramente.

      Elimina
  2. Voglio i Cavallucci alle noci. ADESSO.

    Ti prometto che Fargo me la recupero,magari quest'estate che non ci sarà una cippa^^.

    Yoko Ogawa, ho letto qualcosa che mi è piaciuto molto e qualcosa che proprio non mi è piaciuto. Ti dico subito che il mio libro preferito di quest'autrice è "La formula del professore". Mi è piaciuto anche "La casa delle luce".
    Ho invece schifato "Hotel Iris" (l'avevo comprato, all'epoca, colpita dalla bella copertina)...LOL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I cavallucci sono buonissimi!

      Fargo è da recuperare: è la prova che una serie antologica può avere una seconda stagione altrettanto bella della prima (a differenza di True Detective, anche se pure la prima mi aveva lasciato piuttosto indifferente).

      Secondo me la Ogawa funziona meglio in forma breve. Certo, alcuni racconti sono abbastanza bizzarri e senza capo ne coda, ma restano stranamente impressi nella memoria . I suoi romanzi invece li trovo spesso noiosi (tipo Profumo di ghiaccio).
      Devo leggere La formula del professore, ma ho letto che ci sono parecchi rimandi alla matematica e al baseball, che sono fra le cose che più detesto! XD

      Elimina
  3. Fargo è stata una conferma sulla qualità di questa serie, che paragonata al pasticcio di scrittura e noia di true detective, ne è una spanna sopra.

    Harvest moon mi riporta alle superiori, di quando giocavo con l'emulatore per snes finché non mi sanguinavano gli occhi... Mi ricordo che avevo chiamato il cane "Befana" ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile! Anch'io alle superiori ci giocavo con l'emulatore del Snes! XD
      Se mai riuscirò -in questo Story of Seasons- ad avere un cane, lo chiamerò "Befana" in onore di quei tempi andati!

      Elimina
  4. Tanti tanti tanti anni fa, iniziai a giocare ad Harvest Moon ma come ogni gioco, è rimasto nel dimenticatoio per la mia incapacità.. :s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono piuttosto incapace ai videogames XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...