mercoledì 28 gennaio 2015

Ho visto cose...11-20 Gennaio

Ed eccoci arrivati alla seconda decina del mese! Come al solito basta cliccare sul titolo del film per andare sulla corrispondete pagina di IMDB .

11 Gennaio L'occhio che uccide
12 Gennaio Barbarossa
13 Gennaio La mano
14 Gennaio Albert Nobbs
15 Gennaio Mary and Max
16 Gennaio La regina delle nevi
17 Gennaio American Sniper
18 Gennaio Excalibur
19 Gennaio C.R.A.Z.Y
20 Gennaio La mummia

Visti al cinema: In questi dieci giorni sono andato al cinema solamente una volta, a vedere American Sniper. Io avrei visto volentieri altri film, ma purtroppo non toccava a me scegliere! Nel complesso non mi è nemmeno dispiaciuto, ma è il classico film "santino" sull'eroe di guerra ammeregano, diretto dal regista più patriottico disponibile sul mercato, ovvero il sempiterno Clint Eastwood. Che a dirla tutta non imbrocca un film dai tempi di Gran Torino.

Animotion Picture: Mary e Max è un delizioso film australiano in claymation (o clay animation) che parla dello strano rapporto epistolare fra un'infelice ragazzina australiana di otto anni (Mary) e un solitario quarantenne obeso affetto dalla sindrome di Asperger (Max). Fra i due nascerà una bella  e bizzarra amicizia, che si rafforzerà  -fra alti e bassi- negli anni.  Ma la vita è beffarda e crudele e non smette mai di ricordarcelo. Tecnicamente siamo ben lontani dai film della Aardman Animation o dagli animati di Tim Burton ma questa tragicommedia affronta con squisito humour nero tematiche mai affrontate prima in animazione, e si arriva alla fine ridendo ma con gli occhi lucidi. Consigliatissimo.
La regina delle nevi non è altro che la fiaba di H. C. Andersen animata dal grande maestro russo Lev Atamanov. La storia la conoscerete tutti (mi auguro) ma alcune trovate registiche e visive sono veramente d'effetto e le animazioni non hanno davvero niente da invidiare ai film animati più recenti. Da riscoprire, come tutta l'animazione russa.

Why does it feel so good but hurt so bad: Ovvero film belli ma PESI, che mi hanno fatto stare male per giorni dopo la visione. Il primo è Albert Nobbs , storia ambientata in Irlanda agli inizi del 900 che parla di una donna che per sfuggire ad un' infanzia di violenza, povertà e abusi si crea una fittizia  identità maschile di cameriere che lentamente finisce per diventare la sua vera vita , fra il sogno di aprire una tabaccheria e il desiderio di trovare qualcuno con cui combattere la solitudine. Il film non è eccelso (in alcuni punti pecca di vaghezza e faciloneria) , ma Glenn Close e Janet McTeer sono strepitose. Il finale però [SPOILER] è talmente triste che mi ha ammorbato per giorni. Ed è strano, perché di solito reggo benissimo i finali tristi! Mah [Fine SPOILER]
Il secondo è C.R.A.Z.Y : ambientato in Quebec fra gli anni 60 e 70, ha per protagonista Zac, un ragazzo sensibile e appassionato di musica che vive insieme a quattro fratelli e a genitori religiosi (in particolare la madre, che pensa che il figlio abbia poteri curativi) e conservatori (il padre).  E' un film molto bello e intenso (che fra l'altro viene citato spessissimo per la splendida colonna sonora , un nome per tutti David Bowie) ma mi ha fatto veramente sudare freddo : il protagonista vive malissimo la sua omosessualità, e se all'inizio i toni sono leggeri e scanzonati, nella seconda parte l'angst regna sovrano. Per fortuna il finale è bellissimo e soprattutto liberatorio, ma quei quaranta minuti in apnea me li sono fatti.

Old but solid gold: La Mummia con Boris Karloff  è un film del 1932 , ma funziona sempre benissimo: Il ben conservato Imhotep è ossessionato dall'idea di riportare in vita l'amata Anck-Su-Namun, che nel frattempo si è reincarnata nella anglo-egiziana Helen Grosvenor. Ma quest'ultima è intrigata da un archeologo un po' più fascinoso e... fresco. Riuscirà il povero Imhotep (ebbene sì, io l'ho sempre trovato un personaggio un po' tragico) a riavere indietro l'amata? Dicevo, è un filmettino assolutamente delizioso , da vedere soprattutto quando avete poco tempo (dura poco più di un' ora).
Barbarossa segna l'ultima collaborazione fra Akira Kurosawa e Toshiro Mifune: è un solido filmone  (dura più di tre ore) ambientato in un fatiscente ospedale, con un giovane e ambizioso dottore che cerca di ribellarsi ai metodi spicci e non sempre limpidissimi di un dottore più anziano e "navigato" (il Barbarossa del titolo, interpretato dal mio amato Toshiro). E' un film di Kurosawa, ergo è bellissimo. La scena con la "donna mantide" è da antologia. Quella del pozzo invece, è da fazzolettini. Da vedere assolutamente.

Spade e altri oggetti taglienti: L'occhio che uccide è il film (negli anni diventato cult ma all'uscita stroncatissimo dalla critica) che ha rovinato la carriera di Michael Powell. Parla di un giovane cineoperatore, segnato dagli abusi che in passato ha subito dal padre (un sadico dottore, studioso degli effetti della paura sulla psiche). Affetto da una curiosa forma di vouyerismo che lo spinge a spiare gli altri e a filmare il tutto con la telecamera, lentamente finirà per diventare un serial killer di giovani donne. Una vicina si innamorerà di lui, ma...
Thriller psicologico raffinatissimo e audace (se teniamo conto che è del 1960), è anche uno degli esempi più riusciti e caustici di metacinema. Da recuperare assolutamente.
Excalibur è semplicemente il film più bello mai realizzato sul mito di Artù: regia, costumi, ambientazione, attori, colonna sonora, lucette verdi, Anaal nathrakh, urth vas bethud, dokhjel djenve...Tutto è esageratamente perfetto. Agli occhi di un bambino (avevo dodici anni la prima volta che l'ho visto) è un film pieno di meraviglie. Agli occhi di un adulto è un film sempre bellissimo. Quanto lo amo questo film!  Se non l'avete mai visto, vi tolgo il saluto.
La mano è il segmento girato da Wong Kar-wai del film in tre episodi Eros. E' la storia di un sarto che si innamora perdutamente (non corrisposto) di una prostituta, in una Hong Kong crepuscolare e malinconica. Gong li e Chang Chen sono di una bellezza abbacinante, e la regia di Wong Kar-wai è sempre sublime. Bellissimo e struggente, è l'unico segmento degno di essere visto fra i tre presenti.

Arrivederci alla prossima decina filmica!

16 commenti:

  1. Anch'io da ragazzina ho adorato Excalibur!!! E che dire delle musiche. Dei film da te citati, mi incuriosiscono Barbarossa, L'occhio che uccide e La Mummia...chissà, un giorno, forse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbarossa non rientra fra i miei film preferiti di Kurosawa, ma è davvero un bel film!

      Elimina
  2. Excalibur è uno dei miei film preferiti in assoluto!!! (Ok: uno dei miei ottomilacinquecento film preferiti in assoluto ^____^)
    Periodicamente me lo riguardo beato e ogni volta me lo stragodo e ci scopro cose nuove :)

    Dell'Occhio che uccide ne avevamo già parlato a proposito del manifesto ultra-spoileroso ^^ Film per me importantissimo, il racconto della trama non può rendere il senso d'angoscia e di morbosità che permea la pellicola. Le scene il cui il padre tortura psicologicamente il futuro serial-killer sono da antologia, e sono angosciosissime!

    Albert Nobbs, che io invece promuovo a pieni voti, specialmente per l'incredibile, perfetta performance di una coraggiosissima Glenn Close, ha lasciato molto triste anche me. Ambientazione e recitazione ai massimi livelli.

    La Mummia, benché io adori il Vecchio Zio Boris (Karloff), è invecchiato non benissimo. Intendiamoci, è un capolavoro della cinematografia mondiale e su questo non ci piove, però... non so, le ultime due volte che ho provato a rivederlo mi sono addormentato, vorrà dire qualcosa? :-D

    Di Mary e Max ne sento qui parlare per la prima volta, ma quello che dici, Yue, mi basta e mi avanza come stimolo alla visione! Una delle prossime sere sarà mio!!! :)))

    American Sniper non mi attira: voglio ricordarmi di Nonno Clint al massimo della sua forma registica!

    C.R.A.Z.Y. potrebbe attirarmi per l'ambientazione, non troppo per la tematica, ché è un momento che di certe cose ne avrei fin sopra i capelli (e in questo fb gioca un ruolo troppo invadente...). Però, appunto, il periodo e il fatto che sia ambientato in Canada mi attira, ci farò un pensiero!

    Grazie Yue per le tue come sempre preziosissime segnalazioni! *cuoriciottini a profusione*
    A presto
    Orli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Excaibur avevo ricordi bellissimi, ed ho pensato "A rivederlo adesso, a distanza di così tanti anni mi piacerà sicuramente di meno"...E invece mi ha entusiasmato ancora di più! Mamma mia, quanto è bello!

      Vero? Le scene del protagonista bambino che viene torturato psicologicamente dal padre sono di una crudeltà incredibile, mi hanno quasi sconvolto (soprattutto se pensiamo che questo film è stato girato negli anni 60!).

      Mary & Max è un filmino sorprendente! Ci vuole un po' a entrare nella storia (all'inizio mi ha lasciato piuttosto perplesso) ma alla fine mi è piaciuto davvero molto!

      Grazie a te per i tuoi commento Orlando!

      Elimina
  3. Chissà se ho mai visto Excalibur.. non me lo ricordo per niente!
    Mi sa che me lo devo cercare!
    ..ho anche segnato "Mary e Max" e "Barbarossa".

    Come sai, anche per me c'è stato il magone con Albert Nobbs! ;_;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Però è stato un bel film. Non mi pento di averlo visto.

      Elimina
    2. Nemmeno io mi pento.. anzi, sono ben disposta a rivederlo, magari consumo meno fazzolettini per le lacrime e non perdo 10 minuti a ridere per quella scena che tu sai!!! xD

      Elimina
  4. La pensiamo uguale su American Sniper, anzi tu sei stato pure buono... io nella mia rece l'ho praticamente massacrato XD

    L'occhio che uccide... capolavoro, che sembra aver ispirato anche il titolo di uno dei primissimi albi di Diabolik!! :)
    Excalibur spacca!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensare che c'è invece un noto sceneggiatore italiano di un certo Dilan Cane che l'ha amato moltissimo American Sniper! XD

      Elimina
    2. Non so di chi parli... Recchioni forse?
      Lo perdono a prescindere, se fosse lui^^

      Moz-

      Elimina
  5. Concordo, Excalibur è veramente stupendo! La Regina delle Nevi l'ho visto quando ero piccola, lo ricordo poco ma rimedierò. Degli altri che hai citato mi interessa soprtattutto C.R.A.Z.Y., anche perchè amo il Canada e mi piacerebbe tornarci (magari per viverci, chissà!). (LAYLA)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, C.R.A.Z.Y. recuperalo perché è oggettivamente un bel film (anche se angoscioso).

      Elimina
  6. Excalibur non ricordo di averlo mai visto, ma da come ne parli...devo proprio rimediare mi sa! **

    La regina delle nevi l'ho vista da piccola...non sono sicura che sia lo stesso, ma quello che ricordo era veramente bello. Ti consiglio anche I cigni selvatici, sempre russo se non vado errato (cosa molto probabile!) >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo conosco (i cigni selvatici), ma rimedierò.

      Elimina
  7. Di tutti questi ho visto solo "Albert Nobbs" che mi era piaciuto molto. "Eros" alcune storie mi erano piaciute , altre meno. Ma dovrei riguardarlo per dirti quali XD L'ho visto ai tempi in cui usci'.
    "Mary & Max" e "La regina delle nevi" non li conoscevo, me li segno :3 Potrebbero davvero piacermi^^
    Assolutamente da recuperare "C.R.A.Z.Y." mi hai fatto venire voglia di vederlo e dire che non lo conoscevo, stranamente!
    "American Sniper" mmm non so, come hai detto tu da "Gran Torino" non ne becca una giusta XD Però potrebbe piacermi...vedremo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary & Max e C.R.A.Z.Y li devi recuperare assolutamente!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...